Vivere in Basilicata
Clicca mi piace! Seguici su Facebook Vivere in Basilicata



Expo Lucana 2015





Vito Lentini - Realizzazione siti web

International Business Twt



CONTATTI

Informazioni
www.vivereinbasilicata.it
info@vivereinbasilicata.it

CONTATTACI

INFORMATIVA COOKIES

COLLABORA CON NOI

MAPPA DEL SITO
NEWS DEL GIORNO

NESSUNA NEWS IN ARCHIVIO

QR CODE

qrcode
Rileva questo codice dalla fotocamera del tuo dispositivo mobile, per collegarti direttamente con noi!

MONTI SELLATA-VOLTURINO E DELLA MADDALENA

SITUATA IN POSIZIONE SUD, RISPETTO ALLA CITTà DI POTENZA, L'AREA DEI MONTI PIERFAONE, VOLTURINO E VIGGIANO VA A COSTITUIRE, INSIEME AI MONTI DELLA MADDALENA, UN COMPLESSO SISTEMA MONTUOSO, VERA OSSATURA CENTRALE DELL' APPENNINO LUCANO.


Pubblicit� su Vivere in Basilicata

L'intero comprensorio può essere suddiviso in due dorsali principali, di cui la più aspra ed imponente è costituita dalle cime dei monti Pierfaone ed Arioso (1744 e 1722 metri), Serra di Calvello e Calvelluzzo (1.567 e 1.700 e metri), Volturino e della Madonna di Viggiano (1.836 e 1.727 metri).
Gran parte del'area montuosa è entrata a far parte del Parco nazionale della Val d'Agri e Lagonegrese: monti Arioso, Pierfaone, Calvelluzzo, Volturino, Viggiano, Raparo, Sirino e il versante lucano dei Monti della Maddalena.
L?origine di queste montagne risale al periodo del Cretaceo e la loro morfologia ha favorito la formazione di un fitto reticolo di acque risorgive che vanno ad alimentare, tra gli altri, l?Agri e il Basento, i due maggiori fiumi lucani per ricchezza d?acque.
Buona parte del territorio è ammantata da lussureggianti foreste, che sul lato nord si affacciano ad anfiteatro sul pianoro del Pantano di Pignola.
I boschi sono costituiti prevalentemente da varie specie di cerro , farneto e, nei luoghi più umidi, pioppo, salice ed acero.
Al di sopra dei 1.000/1.200 m domina il faggio, che in questi luoghi si presenta con esemplari imponenti dai caratteristici tronchi colonnari lisci, a cui si associa, nelle località più umide e fredde, il nordico abete bianco.
Queste montagne offrono un sicuro riparo ad una ricca fauna: il sempre più raro lupo appenninico, ma anche la volpe, il riccio, lo scoiattolo, il daino e il cinghiale; tra i rapaci si annoverano il nibbio (bruno e reale), la poiana, il gheppio.
Di seguito vi elenchiamo le vette dell'apparato montuoso ; a 1.836 m Monte Volturino, a 1.744 m Monte Pierfaone, a1.727 m Monte della Madonna di Viggiano, a 1.722 m Monte Arioso, a 1.713 m Serra Giumenta, 1.700 m Monte Calvelluzzo, a 1.591 m Monte Torrette, a 1.580 m Monte Pilato, a 1.577 m Monte Maruggio, a 1.567 m Serra di Calvello, a 1.503 m Serra Longa, a 1.491 m Monte Calabrosa, a 1.476, Monte S. Enoc.
14 1.475 m Monte Serranetta
15 1.456 m Montagna del Caperino
16 1.444 m Monteforte
17 1.401 m Monte Cavallo


Monti Sellata-Volturino e della Maddalena
Monti Sellata-Volturino e della Maddalena
Monti Sellata-Volturino e della Maddalena


Pubblicit� su Vivere in Basilicata
Vivere in
BASILICATA
2013 ©
www.vivereinbasilicata.it
Italy
info@vivereinbasilicata.it