VIVERE IN BASILICATA   /   I PAESI   /   ANZI
Vivere in Basilicata
Clicca mi piace! Seguici su Facebook Vivere in Basilicata



Expo Lucana 2015





Vito Lentini - Realizzazione siti web

International Business Twt



CONTATTI

Informazioni
www.vivereinbasilicata.it
info@vivereinbasilicata.it

CONTATTACI

INFORMATIVA COOKIES

COLLABORA CON NOI

MAPPA DEL SITO
NEWS DEL GIORNO

NESSUNA NEWS IN ARCHIVIO

QR CODE

qrcode
Rileva questo codice dalla fotocamera del tuo dispositivo mobile, per collegarti direttamente con noi!

COMUNE DI ANZI

ANZI è UN COMUNE ITALIANO DI 1.825 ABITANTI DELLA PROVINCIA DI POTENZA IN BASILICATA.


Pubblicit� su Vivere in Basilicata

Comune
Via Garibaldi
85010 Anzi (Pz)Basilicata
telefono 0971 962052


Sito internet
Anzi



EVENTI NEL PAESE (0)
PHOTOGALLERY PAESE (0)
DOVE MANGIARE (0)
DOVE DORMIRE (0)
ATTRAZIONI (0)
OPERANO SUL TERRITORIO (0)
Sorge a 1.029 m s.l.m. nella parte centrosettentrionale della provincia.
Per la sua altitudine è il 4° comune più alto della regione dopo Pietrapertosa, Marsicovetere e Viggiano. Dalla caduta dell?impero romano conobbe una grave crisi. Nel 408 i Goti la fortificarono e nel 505
i Longobardi la occuparono e, come tutta la Basilicata,
fece parte dello Stato di Benevento. Fu centro importante nel periodo normanno e Federico II pose attenzioni particolari al Castello,
di cui rimangono ruderi. Dopo la guerra tra Carlo d?Angiò e Corradino di Svevia, Anzi (parteggiò per quest?ultimo sconfitto) fu assegnata dall?angioino a Pietro de Ugot. In seguito appartenne ai vari signori feudali. Nel 1574 fu data ad Ottavio Carafa e poi agli eredi che la tennero fino al 1806. Per capire la fierezza e il coraggio dei cittadini di Anzi, basta ricordare l?episodio che ancora oggi la gente ama raccontare:nel 1793 il marchese Mario Carafa con vari sotterfugi si appropriò dei terreni demaniali e poi tentò di impadronirsi anche del bosco. Scoppiò una rivolta guidata da Gianvincenzo Pomarici,
il quale fu preso e ucciso. Ciò fece infuriare ancora di più il popolo e il marchese, per salvare la sua vita e quella dei soldati, dovette restituire molti terreni usurpati. Da ricordare anche la distruzione di Anzi avvenuta il 19 luglio 1807: i briganti, guidati dall?anzese Paolicchio Scattone, torturarono e bruciarono semivivo il sindaco Brancati. Incendiarono pure molti palazzi signorili,
gli archivi comunali ed ecclesiastici. Si ritiene che Anzi abbia abbracciato la fede cristiana il secondo secolo della Chiesa,
fra le prime comunità lucane, aggregata alla Chiesa Acheruntina.
In Anzi vi erano 26 chiese. Alcuni di questi edifici sacri appartengono al Comune o a famiglie gentilizie.


Ricerca alfabetica:      A  B  C  D  E  F  G  H  I  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  Z




Anzi


Inviaci una nuova foto del tuo paese! La foto sar� valutata dal nostro staff e pubblicata sul sito.

Pubblicit� su Vivere in Basilicata
Vivere in
BASILICATA
2013 ©
www.vivereinbasilicata.it
Italy
info@vivereinbasilicata.it