VIVERE IN BASILICATA   /   I PAESI   /   FARDELLA
Vivere in Basilicata
Clicca mi piace! Seguici su Facebook Vivere in Basilicata



Expo Lucana 2015





Vito Lentini - Realizzazione siti web

International Business Twt



CONTATTI

Informazioni
www.vivereinbasilicata.it
info@vivereinbasilicata.it

CONTATTACI

INFORMATIVA COOKIES

COLLABORA CON NOI

MAPPA DEL SITO
NEWS DEL GIORNO

NESSUNA NEWS IN ARCHIVIO

QR CODE

qrcode
Rileva questo codice dalla fotocamera del tuo dispositivo mobile, per collegarti direttamente con noi!

COMUNE DI FARDELLA

FARDELLA è UN COMUNE DI 641 ABITANTI DELLA PROVINCIA DI POTENZA. SECONDO LA TRADIZIONE LOCALE IL NOME "FARDELLA" TRARREBBE ORIGINE DAL NOME DELLA MOGLIE DEL FEUDATARIO DEL VICINO PAESE DI CHIAROMONTE.


Pubblicit� su Vivere in Basilicata

Comune
Corso Vittorio Emanuele,3

85034 Fardella PZ
telefono 0973 572051


Sito internet
Fardella



EVENTI NEL PAESE (1)
PHOTOGALLERY PAESE (0)
DOVE MANGIARE (0)
DOVE DORMIRE (0)
ATTRAZIONI (0)
OPERANO SUL TERRITORIO (0)
Fardella: non esisteva ancora nel 1683, quando il perito M. Urso fu incaricato di apprezzare il castello ed il territorio della vicina Teana del marchese Missanello. Tra i confini della cittadina non viene ricordata Fardella ma il territorio di Chiaromonte evidenziando, indirettamente, che il nostro paese non esisteva o era casale (ma sarebbe stato nominato) di Chiaromonte a cui apparteneva comunque il territorio. Nel 1690
(o 93), come si rileva da un manoscritto della fam. De Salvo, i cittadini teanesi non potendo più sopportare le crudeli vessazioni del marchese Missanello.Si rifugiarono nelle vicine terre del Principe di Bisignano, Carlo Maria Sanseverino, XIII conte di Chiaromonte.Qui si fermarono sotto la protezione del principe e fondarono il borgo che chiamarono Fardella in ricordo della moglie del principe: Anna Maria Fardella, nobile trapanese. La chiesa madre, in origine a due navate, costruita fin dal 1700 poi crollata per abbassamento del suolo è dedicata a S.Antonio da Padova che con la Madonna del Rosario è patrono e protettore. Varie le cappelle gentilizie: Immacolata dei Cirone; Assunta dei De Salvo.La cappella rurale di S. Vito, un tempo festeggiato con fiera e S. Onofrio, significativo culto d'origine greco-egiziana e molto probabilmente portato dai monaci greci nella zona. Da un articolo del 1912, scritto da emigranti in America si legge che il paese verso la fine dell'800, ebbe uno sviluppo quando fu decretata e fatta eseguire la nazionale Sapri-Jonio, nel 1857, dal Borbone, Ferdinando II. La curiosità più forte è che la prima automobile vi passò il 5 settembre del 1907. Sempre nell' articolo si legge che sin la farmacia era all'epoca "una delle più comode ed eleganti della provincia, con laboratorio e quanto occorre all'analisi, compreso il microscopio".


Ricerca alfabetica:      A  B  C  D  E  F  G  H  I  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  Z




Fardella
Fardella


Inviaci una nuova foto del tuo paese! La foto sar� valutata dal nostro staff e pubblicata sul sito.

Pubblicit� su Vivere in Basilicata
Vivere in
BASILICATA
2013 ©
www.vivereinbasilicata.it
Italy
info@vivereinbasilicata.it