VIVERE IN BASILICATA   /   I PAESI   /   MATERA
Vivere in Basilicata
Clicca mi piace! Seguici su Facebook Vivere in Basilicata



Expo Lucana 2015





Vito Lentini - Realizzazione siti web

International Business Twt



CONTATTI

Informazioni
www.vivereinbasilicata.it
info@vivereinbasilicata.it

CONTATTACI

INFORMATIVA COOKIES

COLLABORA CON NOI

MAPPA DEL SITO
NEWS DEL GIORNO

NESSUNA NEWS IN ARCHIVIO

QR CODE

qrcode
Rileva questo codice dalla fotocamera del tuo dispositivo mobile, per collegarti direttamente con noi!

COMUNE DI MATERA

MATERA, è UN COMUNE ITALIANO DI 59.973 ABITANTI, CAPOLUOGO DELL'OMONIMA PROVINCIA E SECONDA CITTà DELLA BASILICATA PER POPOLAZIONE ED ANCHE IL PIù GRANDE COMUNE PER SUPERFICIE DELLA BASILICATA.


Pubblicit� su Vivere in Basilicata

Matera è una città antichissima, il cui territorio testimonia insediamenti senza soluzione di continuità sin dall'età paleolitica. Infatti nelle grotte sparse lungo le Gravine materane sono stati ritrovati diversi oggetti risalenti a quell'epoca, testimonianti la presenza di gruppi di cacciatori. Nel periodo Neolitico gli insediamenti diventarono più stabili, tanto che sono presenti tracce evidenti di diversi villaggi trincerati, in particolare sulla Murgia Timone. Con l' Età dei metalli nacque il primo nucleo urbano, quello dell'attuale Civita, sulla sponda destra della Gravina. Sorta su un preistorico villaggio trincerato, la città che si sviluppò successivamente ha probabili origini greche.Nel periodo della Magna Grecia, Matera ebbe stretti rapporti con le colonie situate sulla costa metapontina, e successivamente in età romana fu solo centro di passaggio ed approvvigionamento. Nel 664 d.C. Matera passò sotto il dominio longobardo e venne annessa al Ducato di Benevento. I secoli IX e X furono caratterizzati da aspre lotte fra gli stessi Longobardi, i Saraceni ed i Bizantini, che tentarono più volte di impadronirsi del territorio, e la città fu distrutta dalle truppe di Ludovico II, imperatore dei Franchi, proprio nel tentativo di cacciare i Saraceni.
Nel frattempo, a partire dall'VIII secolo, il territorio materano fu teatro di una notevole immigrazione di monaci benedettini e bizantini, che si stabilirono lungo le grotte della Gravina trasformandole in Chiese rupestri. Dopo l'insediamento dei Normanni avvenuto nel 1043 la città conobbe un periodo di pace. Nei secoli seguenti, fra carestie e terremoti, Matera fu a lungo città Regia, in quanto si liberava dal dominio feudale riscattandosi più volte, ma sotto gli Aragonesi la città fu ceduta al Conte Giovan Carlo Tramontano, che nel 1514 venne ucciso dalla popolazione oppressa dalle tasse. Nel 1663, in epoca spagnola, Matera uscì dalla provincia di Terra d'Otranto, di cui fino ad allora era parte integrante, diventando capoluogo della Basilicata. Tale titolo le rimase fino al 1806, quando Giuseppe Bonaparte trasferì le competenze a Potenza. Nel 1927 la città divenne capoluogo di provincia.Nel 1948 nacque la questione dei Sassi di Matera, sollevata da Palmiro Togliatti prima, e da Alcide De Gasperi dopo. Nel 1952 una legge nazionale stabilì lo sgombero dei Sassi e la costruzione di nuovi quartieri residenziali che svilupparono la città nuova nella quale confluirono i 15.000 abitanti dei Sassi. Nel 1980 fu parzialmente danneggiata dal terremoto dell'Irpinia e dalle scosse che seguirono. Nel 1986 una nuova legge nazionale finanziò il recupero degli antichi rioni materani, ormai degradati da oltre trent'anni di abbandono. Nel 1993 infine i Sassi di Matera furono dichiarati dall'UNESCO Patrimonio mondiale dell'umanità.Situata sull?altopiano delle Murge, a 45 km dalla costa ionica, la città di Matera, patrimonio mondiale dell?UNESCO, offre un panorama ricco di attrattive naturali e culturali. Essa vanta grande popolarità soprattutto grazie ad un?organizzazione urbanistica davvero originale, quella dei Sassi, riconosciuta patrimonio dell?umanità dall?Unesco nel 1993. L?insediamento occupa due anfiteatri naturali, il Sasso Caveoso a sud e il Sasso Barisano a nord, divisi da uno sperone sul quale sorge la Cattedrale di Matera, in stile romanico-pugliese, la cui facciata principale è sovrastata dalla statua della Madonna della Bruna, mentre sui lati vi sono quelle dei Santi Pietro e Paolo, Eustachio. Al suo interno possono essere ammirati importanti affreschi, quali il Giudizio Universale, facente parte della decorazione pittorica del XIII secolo, attribuito a Rinaldo di Taranto. Passeggiando per i Sassi si potrà notare la quantità e la ricchezza di chiese, palazzi ed edifici, scavati nella roccia. Sia nel Sasso Barisano che in quello Caveoso, si trovano i Musei della Civiltà Contadina, che illustrano lo stile di vita della popolazione rurale fino agli anni 50. Da visitare sono anche la Chiesa di San Francesco, risalente alla prima metà del 200, la Chiesa di San Domenico, il Seminario, il Monastero di Santa Chiara, la Chiesa del Purgatorio. Interessante da un punto di vista artistico è il Palazzo Lanfranchi, risalente al 1670, sede del Seminario fino al 1864 e successivamente del liceo Duni , dove insegnò Giovanni Pascoli. Esso ospita la Fondazione Carlo Levi e la Pinacoteca D?Errico. Di interesse artistico sono il Castello Tramontano (XVI secolo), Palazzo sedile, sede del Conservatorio, Palazzo Anselmi, Palazzo Giudicepietro, Palazzetto Santoro. Degni di nota, inoltre, sono il Museo Archeologico Nazionale, che occupa i locali dell ex monastero di Santa Chiara, e il Museo Nazionale di Arte Medievale e Moderna. Nei dintorni di Matera, nella Murgia Materana vi è il Parco delle Chiese Rupestri in cui è possibile visitare circa 130 chiese rupestri, che risalgono ad un periodo compreso tra il VI e il XVIII secolo, fra cui quelle di maggiore interesse artistico sono la chiesetta di Santa Maria Dell?Idris, interamente scavata nella roccia calcarea, e la chiesetta di Santa Lucia delle Malve, la più bella chiesa dei Sassi, ricavata nel XII secolo da una laura basiliana. Tradizionale e caratteristica è la festa popolare del 2 luglio in onore della Madonna Santissima della Bruna. Da giugno a ottobre nelle chiese rupestri della Madonna delle Virtù e di San Nicola dei Greci ha luogo la Mostra Internazionale di Scultura. Lo splendido scenario naturale offerto dalla città di Matera è stato utilizzato anche per effettuare numerose riprese cinematografiche, fra cui The Passion di Mel Gibson, Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini, King David con Richard Gere, La Lupa di Alberto Lattuada e L?uomo delle stelle di Giuseppe Tornatore. Nel Sasso Barisano, vi consigliamo di visitare l eccezionale opera artistica I Sassi in Miniatura dell?artista Eustachio Rizzi, nel Sasso Caveoso, invece, la Casa Grotta Di Vico Solitario, antica abitazione tipicamente arredata.


Ricerca alfabetica:      A  B  C  D  E  F  G  H  I  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  Z




Matera
Matera
Matera
Matera
Matera
Matera


Inviaci una nuova foto del tuo paese! La foto sar� valutata dal nostro staff e pubblicata sul sito.

Pubblicit� su Vivere in Basilicata
Vivere in
BASILICATA
2013 ©
www.vivereinbasilicata.it
Italy
info@vivereinbasilicata.it